Luna Piena in Vergine: La Pozione Alchemica dell’Anima

Luna Piena in Vergine: La Pozione Alchemica dell’Anima
Vergine – Johfra Boschart

Le ultime settimane sono state energeticamente molto intense. Il nuovo sta arrivando, ma ci sentiamo ancora intrappolati da molte situazioni spiacevoli che possono darci la percezione di rimanere nel passato.

La prossima Luna Piena in Vergine, che avrà luogo domenica, aumenterà le recenti tensioni poiché i corpi celesti formeranno un particolare Aspetto di Schema a Rettangolo chiamato il Rettangolo dello Stimolo o dell’Irritazione, che comprende due opposizioni incapsulate in due semi-sestili. Questa configurazione è simbolica di eventi che accelereranno l’evoluzione della nostra anima portandoci alla soglia della tolleranza per lasciare andare i limiti degli schemi mentali che ci bloccano.

Quando parliamo dell’anima, raramente pensiamo che sia un agente di trasformazione alchemica in grado di indurre catarsi nella nostra vita fisica per portarci verso un nuovo inizio. L’alchimia è un processo di fusione, cioè di unione della personalità (il pensare, il sentire e il comportamento) e dell’anima. È generalmente definita come il processo in cui si prende qualcosa che sperimentiamo come pesante e difficoltoso (piombo) per trasformarlo in qualcosa di leggero e prezioso (oro). Nei tempi antichi questo processo era definito la Grande Opera e consisteva di tre stadi principali che avevano lo scopo di rivelare il rosso del cuore dalla pesantezza della materia oscura e inconscia: la Nigredo (l’Opera al Nero), l’Albedo (l’Opera al Bianco) e la Rubedo (l’Opera al Rosso). La vita è un’insegnante, il palcoscenico su cui sperimentiamo il processo di trasformazione per risvegliarci alla verità nascosta dietro il velo dell’illusione delle nostre piccole menti.

Luna Piena in Vergine: La Pozione Alchemica dell’Anima
Mano dei Misteri

La Luna sarà a 22° in Vergine, mentre il Sole sarà a 22° nei Pesci. La Vergine è il segno legato al corpo, ma è anche collegato alla possibilità di rivelare l’Anima nel corpo. È il segno associato alla salute e al cambiamento di direzione di vita. I Pesci sono correlati alla resurrezione dell’anima e alla morte della personalità. Generalmente un pesce imputridisce partendo dalla testa e questo simbolicamente significa che sperimenteremo un processo di decomposizione e putrefazione delle nostre credenze. La Luna rappresenta la forma e la struttura, l’antica via, la vecchia vita. La Vergine è associata all’oliva, colore collegato al processo di marinatura che richiede l’aggiunta di sale al momento giusto.

Il simbolo sabiano della Luna è un domatore di leoni mostra la propria capacità e il proprio carattere, evidenziando il bisogno di addomesticare le proprie energie vitali per realizzare il proprio destino. Mentre il simbolo del Sole, un medium “materializzante” che offre una seduta spiritica, indica la capacità di offrire le proprie energie vitali per comprovare i propri ideali consci o desideri inconsci (Dane Rudhyar).

Luna Piena in Vergine: La Pozione Alchemica dell’Anima
Il Mondo – Tarocco XXI di Oswald Wirth

Il verificarsi di un processo alchemico nel cielo viene anche evidenziato dalla presenza di due Stelle Fisse che abbracciano la Luna: Denebola, che significa la coda del leone, collocata nella costellazione del Leone, e Alkes nella costellazione del Cratere (in latino “Coppa”). Denebola è stata considerata il Giudice, o Il Signore che Viene a noi, dall’astrologo Heinrich Bullinger. Nel processo iniziatico il Leone è il simbolo della passione e della forza attraverso cui l’iniziato è in grado di domare i propri istinti per intraprendere il sentiero verso la luce, poiché nella Bibbia è la personificazione di Dio: “Se alzassi il capo, tu mi daresti la caccia come un leone; e di nuovo mostreresti il Tuo potere contro di me”. (Giobbe 10:16)

Nella carta dei Tarocchi esoterici Le Monde (Il Mondo) il Leone è associato ai segni di fuoco; simboleggia il Vangelo di Marco e i bastoni negli arcani minori. Marco è l’evangelista dell’azione, a indicare che la consapevolezza dell’anima si sta rivelando a noi e che dobbiamo agire per manifestare la sua presenza nella nostra vita. In astrologia i tre segni di fuoco sono l’Ariete, il Leone e il Sagittario: l’Ariete suggerisce un riorientamento del nostro pensare, il Leone è il coraggio di seguire la chiamata del Divino che proviene dal cuore e il Sagittario rappresenta la freccia puntata verso il Sentiero.

Alkes è una stella nel Cratere ed è connessa alla coppa data da Apollo al corvo per andare a prendere l’acqua. In alchimia uno dei simboli della nigredo è la “decapitazione”, e così la “testa del corvo”. Questi simboli si riferiscono alla morte dell’uomo comune, alla morte della sua confusione e del dubbio interiore perché non è in grado di trovare la verità in se stesso.  (Johann Daniel Mylius, Philosophia reformata, Frankfurt, 1622)

Luna Piena in Vergine: La Pozione Alchemica dell’Anima
Apollo Porge la Coppa al Corvo – (Delphi 8140) Attribuito ad Eufronio o Pistoxeno

Il corvo è simbolico del cambiamento. Ha a che vedere con l’entrare completamente in una situazione e ridurla alla sua essenza bevendo l’acqua pura dalla coppa – che rappresenta il Santo Graal –  per trovare la conoscenza interiore non attraverso l’intelletto, ma sentendo le emozioni, poiché sono associate all’acqua. Scendendo in profondità, permettiamo la putrefazione e la decomposizione di quello in cui siamo stati imprigionati. Il confronto con la realtà interiore potrebbe essere vissuto come doloroso e depressivo, ma come toccheremo l’aspetto inconscio della materia, troveremo il seme della luce che ci farà sentire sollevati. Quando il corpo/l’aspetto materiale/la situazione/la relazione inizierà a decomporsi, saremo testimoni di un cambiamento di consapevolezza verso il nostro sé interiore. Il Sole e la Luna sono indicazione degli opposti che devono essere uniti – l’anima e la personalità – mentre le energie del fuoco e dell’aria innescate da Urano, Venere ed Eris in Ariete e Giove in Bilancia raffigurano gli elementi che stimolano la decomposizione. Urano è il governatore esoterico della Bilancia e rappresenta la rivelazione della verità. Giove in Bilancia, opposto a Urano, inizierà l’espansione in direzione della verità e ci permetterà di dare una svolta a qualsiasi cosa possiamo percepire come limitante. Saturno governa la nigredo. A livello alchemico è considerato il simbolo del caos ed esprime la trasformazione della morte nella nuova vita. Dalla sua posizione in Sagittario questo pianeta disegnerà un quadrato a T con il Sole e la Luna, aumentando il senso di pesantezza e stagnazione di tutte le situazioni che stanno giungendo a una fine.

Luna Piena in Vergine: La Pozione Alchemica dell’Anima
Mem da “Le Lettere della Creazione” – Davide Romanini

Gli alchimisti dicono che la nigredo dura per 40 giorni, poiché 40 è il numero della  prova: i 40 giorni che Gesù trascorse nel deserto, i 40 giorni di digiuno tra Pasqua e l’Ascensione e i 40 giorni trascorsi nel deserto dagli ebrei. Ma 40 rappresenta anche la “fine del tempo” della prova o del test, poiché è la moltiplicazione di 8 e 5: 8 è il numero dei nuovi inizi e 5 il numero della grazia.

Il 40 è associato alla lettera ebraica Mem, che significa Fontana di Saggezza. Si tratta di una lettera d’introspezione che ci spinge a scendere umilmente in noi e a interrogarci sulla nostra esistenza. Lo scopo di questa ricerca dell’anima è lo stimolo a rinnovarsi e mantenere una rinascita permanente.


“Quello che impedisce agli uomini di vedere e sentire Dio, è il loro udito, la loro vista e la loro volontà; con la loro volontà si separano dalla volontà di Dio. Vedono e sentono i loro stessi desideri, che gli impediscono dal vedere e sentire Dio. Le cose terrestri e materiali li offuscano, e non sono in grado di vedere oltre la loro stessa natura umana. Se stessero in silenzio, desistessero dal pensare e dal sentire con la loro personalità, smorzassero la volontà dell’io inferiore, entrassero in uno stato di rassegnazione in unione divina con Cristo (Anima), che vede Dio, e ascoltassero Dio e parlassero con colui, che conosce la parola e la volontà di Dio, allora l’eterno ascolto, l’eterna vista e l’eterna parola sarebbero loro rivelati”. 
(Jacob Boehme, 1575-1624 C.E.)


É il tempo della rivelazione e del nuovo inizio. Si verranno a creare tensioni, ma queste ci libereranno solamente dai limiti del nostro sé inferiore. Non combattete ulteriormente con la verità interiore, ma siate aperti ad abbracciarla con tutto il vostro cuore e viverla pienamente. La nuova vita emergerà solo dopo la morte dell’antica.

La scorsa notte ho perso la mia padronanza della realtà e ho accolto la follia.

L’Amore mi ha visto e mi ha detto: “Mi sono reso visibile. 
Asciuga le tue lacrime 
e stai in silenzio”.


Io ho risposto: “O Amore, 
sono terrorizzato,
 ma non sei tu”.


L’Amore mi ha detto: “Non vi è nulla che non sia io,
 stai in silenzio.
 Sussurrerò i segreti al tuo orecchio, 
semplicemente annuisci
 e stai in silenzio”.

Jalāl al-Dīn Rūmī

 

Cristiana Caria

Per informazioni sui corsi e sul seminario di Marzo sulle Lettere Ebraiche o per prenotare una consulenza individuale, per favore, compilare il modulo sottostante:


Similar Posts

Lascia un commento

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in it.blog.cristianacaria.com acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi