Il 7 e l’Energia della Trasformazione

B7Alcuni giorni fa abbiamo concluso il corso Fondamenta in Numerologia. E’ stato molto intenso per tutti, ma è avvenuta molta trasformazione e una profonda guarigione. I numeri sono archetipi e quando entriamo in contatto con i numeri/archetipi che si relazionano a noi, il potere dell’energia e dello spazio che emana e’ molto forte.

L’Antico Zohar, che è una collezione dei testi cabalistici, afferma che “L’Universo venne creato da tre forme di espressione: i Numeri, le Lettere e le Parole”. Il significato profondo di questa affermazione risiede nel fatto che le lettere di tutti gli alfabeti ed i numeri rappresentano dei poteri definiti poiché sono l’espressione delle energie creative divine manifestate a tutti i vari livelli dell’esistenza.

L’aspetto interessante di questo ultimo gruppo e’ stato il fatto che quasi tutti erano connessi con l’energia del 7 e del 17, se non direttamente, indirettamente.

Il 7 viene utilizzato innumerevolmente nella Bibbia e nel Nuovo Testamento ed è il numero principale. Quando parliamo del 7, la nostra mente si dirige immediatamente all’idea del Settimo raggio, che è il raggio dell’ordine cerimoniale e della magia. L’energia del raggio 7 iniziò a manifestarsi intorno al 1675 e la sua forza diverrà sempre più forte nel tempo. Questo raggio e’ principalmente un agente di fusione, scioglimento e coordinazione. La sua funzione primaria è operare in modo che le energie dello Spirito entrino nella materia. La materia é energia al suo livello più basso di manifestazione e lo Spirito é materia al suo più alto livello. Quando essi vibreranno alla stessa frequenza, affermano gli antichi insegnamenti, il processo di evoluzione ed involuzione cesseranno.

Secondo questo punto di vista é l’energia del settimo raggio che offre un grande contributo alla fusione dello spirito e della materia, dell’anima e della personalità con il conseguente riorientamento del proposito della vita individuale. Il compito del raggio 7 e’ di manifestare a livello materiale tutte le qualità spirituali latenti  in una forma specifica.

Il 7 cerca risposte e cerca di penetrare i misteri dietro la loro esistenza che sono ad ora non sono stati messi in dubbio e lo fa attraverso il pensiero perfetto, questo é anche perché è chiamato il numero sacro. Il gruppo é andato molto in profondità e il punto celato dietro le loro difficoltà é emerso.

Nel simbolismo dei Tarocchi il 7 si relaziona al Carro. Il carro rappresenta la ricettività alla volontà dello Spirito. A livello simbolico l’auriga rappresenta l’anima che dà la direzione al corpo, il carro. La ragione per cui nell’immagine non vi sono redini é perché l’auriga dirige le sfingi, che rappresentano i sensi nelle loro espressioni positive e negative, attraverso la volontà mentale.

Il messaggio qui é che controllando i senso e purificando i nostri desideri, possiamo raggiungere il nostro potere interiore nel mondo fisico.

Nel sistema Aura-Soma la bottiglia Equilibrium numero 7, chiamata il Giardino di Getsemeni, esprime il concetto che non vi sono limiti a parte quelli che mettiamo a noi stessi. Quando scegliamo la bottiglia 7 significa che abbiamo probabilmente avuto una esperienza di incarnazione in cui vissero i Catari. I

l nucleo principale del loro pensiero consisteva nel rifiuto del mondo materiale che era considerato una trappola che imprigionava l’anima. In questo contesto tutte le cose materiali erano viste come male, ostili e d rigettare. Questa possibile esperienza non deve essere interpretata in modo negativo. Dal passato noi portiamo sempre esperienze positive e quello che dovremmo osservare in questo contesto é la forte credenza nel potere dello spirito e la possibilità di utilizzare la nostra determinazione in quello che crediamo come una potente energia di trasformazione per noi stessi.

Quello in cui potremmo rimanere intrappolati é il vedere il mondo materiale  e quello spirituale come due entità differenti, che é qualcosa che potrebbe minare il nostro processo di integrazione interiore.

Dio creò il mondo in sei giorni e si riposò il settimo. La parola SABBATH è 17/8, che significa che il sé, l’1, si sta riposando, 7, per rinnovare la propria forza, 8. L’intensità delle energie del 7 e del 17/8 nell’ultimo gruppo ha significato che essi avevano bisogno di fare una pausa dalla routine del mondo per riacquistare una nuova visione, una nuova saggezza ed una nuova fede in se stesi. Un bellissimo processo!

Ognuno di noi dovrebbe osservare l’energia dietro le scene della propria vita per supportare il dispiegarsi del viaggio della propria anima.

Similar Posts

Lascia un commento

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in it.blog.cristianacaria.com acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi